• RSS
  • FACEBOOK
  • FLICKR
  • TWITTER
  • YOU TUBE
  • NON SIAMO MICA NATI IERI
  • AIUTO AL CITTADINO
  • BANDI E CONCORSI
  • EVENTI GRUPPO IDV

Scuola di Adro, Sola e Patitucci: “La Lega interviene sulla psiche dei bambini come ai tempi del fascismo”

“Già da tempo la Lega Nord si sta impadronendo dei simboli istituzionali, inquinandoli per far passare il proprio messaggio partitico. Ma il caso di Adro è ancor più grave perché la Lega interviene in modo subdolo sulla psiche dei bambini”. Così Gabriele Sola, consigliere regionale dell’Italia dei Valori commenta il caso della scuola di Adro, inaugurata due giorni fa dal sindaco leghista.

“Ma in tutta questa vicenda – aggiunge Sola -, la cosa più vergognosa è l’assordante silenzio del PdL che accetta passivamente atti simili, come risulta del tutto evidente dalle dichiarazioni del Ministro Gelmini, secondo cui altre volte simboli politici sono entrati nelle classi. Ha ragione, era l’epoca del fascismo…”.

“Mi sembra davvero – prosegue Sola – che la Lega stia perdendo ogni traccia di rispetto per le istituzioni e di educazione civica. E’ ora che gli abitanti del Nord che non si riconoscono in questo modo bieco di fare politica si mobilitino, in maniera civile, per esprimere il proprio dissenso”.

“Non è la prima volta – aggiunge Francesco Patitucci, consigliere regionale di IdV – che il sindaco di Adro si lancia in spericolate iniziative, basti ricordare quanto avvenne per le rette della mensa scolastica pochi mesi fa. Stavolta però il gesto è ancor più arrogante e volgare”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

CATEGORIE: COMUNICATI, SCUOLA E ISTRUZIONE

    • rosario I
    •  
    • September 14, 2010 alle 7:40 pm

    Dobbiamo aspettarci, immagino, anche i grembiulini verdi, il rito domenicale delle ampolle votive al posto dell’andare in chiesa, il sacrificio celtico, l’agguato notturno al primo viandante che passa (come usavasi nei bei tempi andati, quando certuni difendevano il territorio arricchendo, protetti dalla legge, il principe di turno).

    Mi domando se hanno fatto stampare anche la carta igienica scolastica con il logo della lega, come fanno alcune aziende.
    Chissà, forse lì si esprimrebbero al meglio

    • Marina Boagno I
    •  
    • September 15, 2010 alle 1:50 pm

    Sul rito celtico non ci giurerei, visto che ho letto su Il Fatto Quotidiano di oggi (giornale di solito bene informato) che il figlio del sindaco frequenta l’adiacente scuola cattolica.. privata, s’intende. Quanto all’agguato notturno, invece, non mi stupirei se si desse vita allo sport della “caccia all’immigrato” (visto che, comunque, la Lega è già fautrice della caccia agli uccelletti). Mi piacerebbe poi che la signora Gelmini mi spiegasse quali simboli di sinistra si potrebbero mettere nelle scuole… soprattutto quando una “sinistra” non esiste neppure più, o si farebbe sentire con forza, almeno su questo vergognosa, scandalosa illegale e anticostituzionale iniziativa.

  • LASCIA UN COMMENTO

    VIII LEGISLATURA