• RSS
  • FACEBOOK
  • FLICKR
  • TWITTER
  • YOU TUBE
  • NON SIAMO MICA NATI IERI
  • AIUTO AL CITTADINO
  • BANDI E CONCORSI
  • EVENTI GRUPPO IDV

LETTERA A NICOLE MINETTI DEL COLLEGA GABRIELE SOLA (IDV): “CARA NICOLE, LIBERATI DEL PESO ENORME CHE GRAVA SULLE TUE SPALLE E AIUTA IL PAESE A LIBERARSI DI BERLUSCONI”

Milano, 27 gennaio 2011 – Qui di seguito la lettera aperta del consigliere Regionale dell’IDV Gabriele Sola alla collega Nicole Minetti

Cara Nicole,

solo due parole, senza rubarti troppo tempo. Mi pare di sentirti: “Ecco, con tutto ’sto casino ci mancava pure la lettera del collega dipietrista in Consiglio Regionale. Come se non ne avessi già abbastanza…”. E allora prometto che ti ruberò due minuti, non di più. Due minuti di pensieri scritti così, di getto, dopo avere letto gli articoli che riportano il contenuto di alcune delle ultime intercettazioni che ti riguardano. Quelle in cui definivi Berlusconi, dopo esserti piegata per troppo tempo ai suoi desideri malati, “un vecchio che vuole salvare il suo culo flaccido”, un “pezzo di merda”, “un vecchio e basta”.

A me non importa molto delle abitudini sessuali del premier: m’interessa, questo sì, se abbia o meno commesso dei reati. M’interessa che non continui a sfuggire alla Giustizia. M’interessa che sparisca quanto prima da Palazzo Chigi, perché c’è bisogno di un governo che si occupi dei problemi della gente invece di impegnare tutto il suo tempo a parare quel “culo flaccido”.

Ecco, partendo da valutazioni diverse (le tue personali, per averlo visto fin troppo da vicino, le mie un tantino più politiche, per riconoscere in lui un tumore che avvelena il nostro Paese) scopro che ci accomuna un sentimento: il motivato disgusto nei confronti di Silvio Berlusconi. E allora vorrei dirti, Nicole, di dare seguito al disincanto che traspare dalle tue parole. Liberati del peso enorme che grava sulle tue spalle ed aiuta il Paese a liberarsi di un personaggio che, a quanto pare, nel privato vale quanto nel pubblico: nulla.

La storia è colma di uomini e donne che, dopo avere commesso errori anche gravi, si sono dimostrati capaci – con coraggio, spesso con dolore – di ravvedersi. Provaci anche tu. Riprenditi la tua vita, ora che ti è tutto più chiaro. La dimensione onirica che ti aveva catturato era, in realtà, l’incubo di un girone infernale, non il sogno patinato che pensavi.

Liberati, Nicole. Ed aiutaci a liberarci.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

CATEGORIE: COMUNICATI, POLITICA NAZIONALE

    • rosario I
    •  
    • January 27, 2011 alle 7:52 pm

    La quantità di reati che appaiono celarsi dietro la persona che si erge a padrone del paese è immenso.

    Salito al potere salendo sulle ceneri di chi lo aveva aiutato, continua ad appoggiarsi sugli altri per fare i suoi comodi.
    E sono comodi a cui andrebbe aggiunto il solito aggettivo ben noto.

    Ad ogni gradino che sale, gli altri scendono.
    Tutti gli altri.
    E per primi coloro sulle cui spalle sale.
    Li sfrutta, li fagocita come una mantide religiosa, li spreme come limoni fingendosi amico, fingendo di socializzare, appena può li molla nel fango.
    E’ come un rocciatore che sale sulle spalle di chi è in cordata davanti a lui, poi gli toglie di botto i chiodi a cui costui deve la sua vita, e lo lascia precipitare se può farlo senza troppi problemi per se stesso.

    Questo è l’immagine che ha sempre proiettato, e lo vedono tutti coloro che vogliono vederlo.
    Si ammanta di luce per abbagliare, poi ne fa quello che vuole.

    Non saprei cosa consigliare alla Minetti.
    Non so neanche se accetta consigli.
    So solo che ogni tanto qualcuno deve mostrare di avere le pa…, anche se è donna!
    Veronica le ha mostrato.
    Le varie prostitute hanno giustamente paura. Ma loro sono prostitute.
    Chi non lo è dimostri di non esserlo.

  • Your review is good as alayws – telling the theme, suggesting the story outlines and creating interest to watch the movie. One thing to correct in the post – cast of Dil Chahta hai is Akshay khanna not Rahul apart from Aamir & saif.

  • LASCIA UN COMMENTO

    VIII LEGISLATURA