• RSS
  • FACEBOOK
  • FLICKR
  • TWITTER
  • YOU TUBE
  • NON SIAMO MICA NATI IERI
  • AIUTO AL CITTADINO
  • BANDI E CONCORSI
  • EVENTI GRUPPO IDV

Sola (IdV): “Minetti ‘donna di fiducia’ di Don Verzè? Nulla di nuovo: Il PdL si confermerebbe il partito delle lobby”

CASO MINETTI, L’ITALIA DEI VALORI PRESENTA UN’INTERROGAZIONE

Milano, 19 aprile 2011 – L’Italia dei Valori ha presentato oggi un’interrogazione (in allegato, il testo) in cui chiede conto a Formigoni delle recenti dichiarazioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a proposito delle motivazioni che portarono, un anno fa, alla candidatura in extremis di Nicole Minetti nel listino dell’attuale governatore, oggi al centro di numerose controversie per presunti illeciti nella presentazione delle fìrme. Secondo quanto riportato da Repubblica, lo scorso 14 aprile Berlusconi avrebbe dichiarato: “La Minetti non è mai stata la mia igienista mentale (lapsus, Ndr). Mi ha convinto a candidarla Don Verzè, che voleva avere una persona di fiducia nella regione con la quale il suo ospedale ha dei contratti“.

“Un’ammissione gravissima, più del bunga bunga – dichiara il consigliere dell’Italia dei Valori Gabriele Sola – . Affermare di aver piazzato in Regione Nicole Minetti in quanto ‘donna di fiducia’ del presidente del San Raffaele equivale ad ammettere che, attraverso il listino bloccato di Formigoni, un ente privato si è assicurato l’inaccettabile vantaggio di presidiare l’amministrazione della sanità pubblica in Lombardia. Se le parole di Berlusconi corrispondono al vero, crediamo che sia gravemente ed irrimediabilmente compromessa la credibilità richiesta alla Giunta regionale ed a tutti i consiglieri”.

Nell’interrogazione, il consigliere Sola sottolinea la gravità di quanto emerso dalle dichiarazioni di Berlusconi e chiede a Formigoni quali provvedimenti intenda adottare per evitare che venga compromessa la credibilità della Giunta e l’immagine della Regione stessa.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

CATEGORIE: COMUNICATI, POLITICA NAZIONALE

LASCIA UN COMMENTO

VIII LEGISLATURA