• RSS
  • FACEBOOK
  • FLICKR
  • TWITTER
  • YOU TUBE
  • NON SIAMO MICA NATI IERI
  • AIUTO AL CITTADINO
  • BANDI E CONCORSI
  • EVENTI GRUPPO IDV

CARBURANTE E AUTOSTRADE PIÙ CARE, ‘AREA C’ A MILANO: SERVONO MEZZI PUBBLICI. INTERROGAZIONE DI SOLA (IDV) A CATTANEO: “AVETE PREVISTO UN PIANO D’INTERVENTO ADEGUATO”?

Milano, 11 gennaio 2012 – Carburante alle stelle, incremento dei pedaggi autostradali e, da lunedì, l’Area C a Milano. Si preannuncia un aumento nel numero di pendolari sui treni provenienti dalle province lombarde, con conseguente affollamento delle carrozze e probabile aumento dei disagi per i già stressatissimi passeggeri.

Il consigliere regionale dell’Italia dei Valori Gabriele Sola presenta oggi un’interrogazione all’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, per sapere come intenda agire Regione Lombardia a fronte di questa nuova sfida. “È probabile che le linee ferroviarie utilizzate dai pendolari verso Milano vedano un considerevole aumento nel numero di utenti – dichiara Sola –. Poiché prevenire è meglio che curare, sarebbe utile conoscere quali iniziative la Giunta lombarda abbia intenzione di produrre per potenziare l’offerta ed evitare situazioni imbarazzanti”.

“È nelle intenzioni di Regione Lombardia promuovere un piano d’intervento che preveda un adeguato aumento del numero delle carrozze e delle corse negli orari di punta? Verrà finalmente agevolato il trasporto delle biciclette sui treni? È stata messa a punto una progettazione integrata di tutti i servizi di trasporto pubblico locale? Queste – conclude il consigliere IdV – le domande che abbiamo posto a Cattaneo e che speriamo ricevano presto risposta. Ben vengano, magari con gli opportuni correttivi, iniziative come l’Area C nell’interesse dei cittadini… Nel frattempo, però, cerchiamo di affrontare ogni prevedibile criticità con attenzione e lungimiranza anche in favore di chi vive al di fuori del capoluogo”.

Gruppo Italia dei Valori
Consiglio regionale della Lombardia

CATEGORIE: AMBIENTE, COMUNICATI, TERRITORIO E INFRASTRUTTURE

LASCIA UN COMMENTO

VIII LEGISLATURA